was successfully added to your cart.

Carrello

paleo dieta

Che cos’è la paleo dieta?

La dieta Paleo è uno stile alimentare nato negli Stati Uniti, che sta conquistando sempre più persone nel mondo grazie alle sue promesse e alla facilità con la quale si può seguire. Oltre che migliorare lo stato di salute generale, permette di perdere molti chili in poco tempo ma in modo sano, consumando cibi semplici ma, soprattutto, naturali. La dieta Paleo prevede il consumo di alimenti poco raffinati, che quindi hanno mantenuto intatte tutte le loro caratteristiche nutrizionali e non hanno subito una lavorazione industriale con additivi. E’ abbondante la presenza di frutta e di verdura, così come quella di carne: è una dieta ipocalorica che secondo i suoi promotori garantisce il raggiungimento di ottimi risultati anche se, ogni tanto, non si riesce a non sgarrare. Nello specifico, infatti, in base a quanto dichiarato da chi questa dieta l’ha ideata e da chi l’ha seguita, è possibile raggiungere l’obiettivo prefissato dalla dieta anche se non si è particolarmente rigorosi: basta che per l’80% del tempo previsto si seguano i dettami della Paleo dieta per ottenere il risultato voluto di disintossicazione da sostanze chimiche ed, eventualmente, dimagrimento.
I vantaggi della dieta paleo sembrano essere notevoli soprattutto dal punto di vista della salute. L’eliminazione di tutti i conservanti chimici che vengono introdotti nel tuo corpo con la normale alimentazione quotidiana senza che tu te ne accorga causano una serie di reazioni a catena che, a lungo andare, possono portare ad alcuni disturbi o patologie. Se, invece, scegli di seguire la dieta evolutiva potresti ridurre il rischio di diabete, la comparsa di alcune malattie cardiache e di alcune forme tumorali.

Su quali principi si basa la Paleo Dieta?

Come dice il nome stesso, la dieta paleolitica su basa sul regime alimentare che veniva presumibilmente seguito in epoca preistorica dall’uomo. Il sostentamento di quel periodo era quasi completamente affidato a ciò che l’uomo trovava in natura. In quel tempo non potevano esistere gli alimenti raffinati, l’uomo non aveva accesso alle tecnologie di cui disponiamo oggi e pertanto doveva necessariamente seguire una dieta basica ma, proprio per questo, molto efficace. Secondo quanto emerso dagli studi portati avanti da archeologi e biologi, sebbene l’uomo faticasse non poco per assumere la sua razione di cibo quotidiana, la sua era una dieta molto più equilibrata, ma soprattutto sana, della nostra. Gli dava grandi dosi di energia buona, il fisico dei cavernicoli era in salute perché altrimenti non potevano sopportare la grande fatica quotidiana a cui erano abituati.
I prodotti della pesca, della caccia e quelli ricavati direttamente dai raccolti di piante spontanee, erano il cibo quotidiano dell’uomo paleolitico e sarebbe giusto tornare in qualche modo alle origini, ripercorrendo le tracce di questi uomini. Ti sei mai chiesto per quale motivo gli scienziati non hanno mai trovato tracce di grasso in eccesso e di obesità nella preistoria? Ma senza andare troppo lontano, l’obesità è una malattia contemporanea, così come tutte le patologie a essa collegate. Il suo sviluppo è avvenuto nella seconda metà del XX secolo in contemporanea con un certo benessere economico diffuso ma, soprattutto, con l’avvento su larga scala dell’industria alimentare, che ha portato nella tua e nella nostra alimentazione i conservanti e gli agenti chimici causa di non poche problematiche.

Cosa si può mangiare?

Gli unici alimenti consentiti nel regime alimentare della paleo diet sono quelli di origine naturale che si rintracciano facilmente in natura. Tra questi ci sono senza dubbio i crostacei e i pesci, diverse tipologie di carne, uova, tanta frutta e verdura, frutta secca e bacche. Per insaporire i cibi puoi utilizzare le spezie naturali che trovi in qualsiasi negozio di alimentari, purché non siano già confezionati. Questi sono, di base, gli alimenti che stando agli studi costituivano la dieta dei cavernicoli: nient’altro era presente nella loro quotidianità alimentare e nient’altro dovrebbe essere presente nella tua se scegli di seguire questo regime alimentare. L’uomo paleolitico mangiava a sazietà, ovvero fino a quando non si sentiva sazio e quando sentiva il senso di fame, non c’era l’orologio per determinare quale fosse l’ora giusta per mangiare: questo devi fare anche tu mangiando quando ne hai necessità e fino a quando non sei sazio.

Quali alimenti sono esclusi?

Tutto ciò che non è naturale o che richiede una lavorazione per essere consumato non può essere incluso nella dieta Paleo. Ciò significa che sono banditi i cereali e i latticini, qualsiasi alimento che presenti conservanti e additivi chimici, il sale e lo zucchero. Non possono essere consumati i legumi e tutti gli alimenti provenienti da una lavorazione industriale. Questo perché nella dieta paleo si segue un concetto di base molto semplice: se un alimento non può essere consumato dall’uomo nella sua forma naturale, quindi crudo e non lavorato, evidentemente non è adatto alla sua alimentazione ed è potenzialmente dannoso per la sua salute. Gli zuccheri, che nella tua quotidianità assumi principalmente in forma raffinata, seguendo la dieta paleolitica li introduci nel tuo corpo in modo naturale, attraverso la frutta e la verdura.

Il Protocollo Autoimmune Paleo (AIP)

La dieta paleo autoimmune è una particolare e ulteriore restrizione degli alimenti consentiti per le persone che soffrono di malattie autoimmuni quali celiachia, ipotiroidismo, morbo di Crohn, psoriasi ecc., solo per fare un esempio. In questi casi, il protocollo autoimmune paleo prevede che per un periodo di tempo di 1-2 mesi (come minimo) vengano evitati alimenti come le uova, le castagne, la frutta secca, i semi oleosi, le piante solanacee e il caffè.
Il motivo è da ricercare della capacità di creare una certa permeabilità intestinale, quindi una facilità di irritazione, in soggetti già predisposti a questo a causa dei danni alla mucosa intestinale portati dalla loro malattia. L’eliminazione di questi ingredienti, e la loro graduale ed eventuale reintroduzione dell’alimentazione, permette di capire a quali il corpo può reagire correttamente e quali, invece, causano sintomatologie da intolleranza.

Cosa aspetti?

ORDINA SUBITO I NOSTRI PRODOTTI

PRODOTTI DI QUALITÀ

Per tutti i nostri prodotti utilizziamo materie prime di primissima scelta, inoltre vengono prodotti in laboratori "senza glutine" approvati dal Ministero Della Salute.

logo metodo apollo

SNACK FREE

I nostri prodotti sono adatti a chi soffre di patologie autoimmuni, intolleranze e allergie alimentari perchè non contengono glutine, mais, latte e derivati, soia, lieviti e zuccheri raffinati.